VOTA IL BLOG

Silvio Berlusconi è un cartone animato in Russia

Chi pensi possa battere Berlusconi nel 2013?

View Results

Loading ... Loading ...
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Riceverai gli aggiornamenti del blog direttamente nella tua casella di posta!

Clicca QUI

Tag
Link

Articoli marcati con tag ‘donne’

di Carmine Gazzanni

Ogni tanto (se non ogni giorno) tutti dovrebbero fare una visitina sul blog di informazione cattolica “Pontifex”. Un blog che aiuta a crescere, forma e soprattutto insegna.
Oggi, infatti, troviamo un articolo,  un’intervista rilasciata da Monsignor Vincenzo Franco, vescovo Emerito di Otranto, in occasione della presentazione di Maria ad Elisabetta, ultima tappa di Maggio, mese dedicato, appunto, alla Madonna. Un’intervista molto (d)istruttiva.

In un passo Sua Eccellenza si sofferma sulla donna di oggi e, dopo aver preso visione che i tempi sono cambiati, afferma che le ”donne spesso ribelli nel nome di un femminismo esagerato, che pretende di cambiare il corso della natura e della storia. Non lo dico io, ma San Paolo: la donna sia sottomessa al marito che rimane pur sempre il capo della famiglia non per capriccio, ma per rispetto di un ordine costituito”. Dunque, le lotte per la parità dei sessi sarebbero “contronatura”, le teorie di Simon de Beauvoir, prese a modello da molte donne che in passato hanno lottato per raggiungere la tanto agognata “uguaglianza”, sarebbero carta straccia. In verità, in verità vi dico: “viva la sottomissione”.

Ma andiamo avanti. Pensate che Mussolini sia stato un dittatore, un criminale, un uomo che ha mandato a morte migliaia e migliaia di persone, che ha avuto il coraggio di dire “ho bisogno di un migliaio di morti (in realtà ne furono molti di più, ndr) per sedermi al tavolo della pace”? Sbagliato. Non è vero nulla: “Ritengo che accanto a indubbi aspetti negativi, Mussolini non ha fatto solo del male e che non sia il male assoluto il diavolo. Ogni personaggio storico va visto con pregi e difetti. Ha avuto il merito, forse anche in maniera interessata, di rispettare la Chiesa cattolica, cosa che non sempre oggi avviene”. Fa niente per le migliaia di vittime.

E ti pare che il Monsignore non dicesse la sua anche sugli omosessuali? “L’omosessualità, se tradotta in pratica, diventa una cosa contraria alla pubblica decenza e come tale ritengo opportuno che sia considerata penalmente rilevante“. Aspettando che Sua Eccellenza chiarisca cosa voglia dire “in pratica”, intanto lo ringraziamo e speriamo che vengano incarcerati tutti i rei di omosessualità.

Ricapitolando: le donne schiave, il fascismo età dell’oro, gli omosessuali il male incarnato. Aspettando teorie revisioniste anche su Topo Gigio, Maga Magò, l’automobile e l’ombrellone, vi salutiamo.
Prosit.

VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0 (from 0 votes)

De Magistris, Donadi e Tinti

Pino Maniaci e Giulio Cavalli

Arianna Ciccone

Perugia: tre ragazzi arrestati. Parla Leonardo.

Il Parco-Discarica delle Testuggini

La realtà “allo Specchio”

Abbiamo deciso di fondare questo blog per il forte interesse che nutriamo per la politica attuale, per le “magagne” attuali, insomma per tutto ciò che, ahimè, ci circonda. Anche il nome di questo blog è molto significativo: innanzitutto, richiama alla mente una massima di uno dei più grandi giornalisti italiani, Enzo Biagi, ma soprattutto ci piaceva l’immagine di questo blog che, come appunto uno specchio, riflette la realtà, riflette SULLA realtà traendo delle conclusioni che, speriamo, siano valide ed utili per noi e per tutti coloro che decideranno di visitare questo blog. D’altronde qual è l’utilità di uno specchio? Vedere, vedersi per rendersi conto di quello che non va, per aggiustarsi, per migliorarsi … ecco, speriamo che questo blog possa “riflettere” il mondo in cui viviamo per meglio capire cosa c’è che non va e , soprattutto, possa FAR riflettere!!! L’interesse, però, non sarà rivolo solo alla politica, ma anche alla musica, alla satira e ad altri “campi” che non vogliamo rivelare per non rovinarvi la “sorpresa”. E allora, buona lettura (e non solo) su “Lo Specchio“!

Pubblicità