VOTA IL BLOG

Silvio Berlusconi è un cartone animato in Russia

Chi pensi possa battere Berlusconi nel 2013?

View Results

Loading ... Loading ...
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Riceverai gli aggiornamenti del blog direttamente nella tua casella di posta!

Clicca QUI

Tag
Link

di Carmine Gazzanni

“Classico esempio di memoria a breve durata”, direbbero forse gli specialisti. Sabato a “Che tempo che fa”, alla domanda di Fazio su quale sia il confine tra trattativa e inciucio (domanda più che legittima), la Volpe del tavoliere così risponde: “Io vorrei sapere nei lunghi anni di vita politica che io ho vissuto quale inciucio ho fatto!”. Quasi non si capacita di questa immagine da “inciuciatore” a lui attribuita, si dimena su quella poltrona che gli piace tanto, ma non trova risposta. E lui è sicuro, non ha mai “inciuciato”: “quale compromesso deteriore io ho mai fatto nella mia vita politica?!? Vorrei che mi si dicesse!”.  E allora diciamoglielo, rinfreschiamo la memoria a chi ha dimenticato o finge di aver dimenticato.
Basterebbe ricordare ciò che ha detto D’Alema al Corriere della Sera il 17 dicembre 2009: “Se per evitare il suo processo (di Silvio Berlusconi,ndr) devono liberare centinaia di imputati di gravi reati, e’ quasi meglio se facciamo una leggina ad personam per limitare il danno all’ordinamento e alla sicurezza dei cittadini“. Indicativo. Ma forse questo non basta all’inciuciateurr per riconoscersi tale. E allora andiamo brevemente indietro nella storia: alla fine del’94, in barba a una sentenza che dichiarava incostituzionale la Legge Mammì (legge che permetteva a Berlusconi il possesso di tre reti con copertura nazionale), cosa fa il prodigo D’Alema? Stabilisce una accordicchio (inciucio) con l’amico di sempre, mister B., e gli promette che non faranno niente per tradurre in legge la sentenza della corta costituzionale: Berlusconi potrà continuare a possedere (illegalmente) le tre reti televisive. 
Sarà finita qui? Certo che no. A Max (siamo nel 1996) proprio non piaceva quel politico proposto da Andreatta, Romano Prodi. E allora con chi, secondo voi, si mette d’accordo il volpone del Tavoliere? Ma certo, con Silvio. Vanno addirittura a Porta a Porta insieme D’Alema e Berlusconi, con Vespa che si commuove quasi per l’emozione. E nasce allora la Bicamerale perché, a detta loro, era urgente una riforma della Carta Costituzionale (corsi e ricorsi storici). Berlusconi in quel periodo era indagato a Milano per corruzione giudiziaria e corruzione semplice, a Palermo per mafia e riciclaggio e era addirittura indagato già a Firenze come possibile complice delle stragi del 93 insieme a Dell’Utri: il più adatto compagno per riformare la Carta Costituzionale, quindi.
Caro Max, che dire: il lupo, anzi la volpe perde il pelo, ma non il vizio. Il pelo e la memoria.

VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0 (from 0 votes)

2 Commenti a “MAX, RIMEMBRI ANCOR…”

  • Carx scrive:

    Grandissimo….bell’articolo!!!!

    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  • Aldo scrive:

    Non penso sia così…o per lo meno solo così….perchè non guardare anche a quello che ha fatto di positivo????

    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

De Magistris, Donadi e Tinti

Pino Maniaci e Giulio Cavalli

Arianna Ciccone

Perugia: tre ragazzi arrestati. Parla Leonardo.

Il Parco-Discarica delle Testuggini

La realtà “allo Specchio”

Abbiamo deciso di fondare questo blog per il forte interesse che nutriamo per la politica attuale, per le “magagne” attuali, insomma per tutto ciò che, ahimè, ci circonda. Anche il nome di questo blog è molto significativo: innanzitutto, richiama alla mente una massima di uno dei più grandi giornalisti italiani, Enzo Biagi, ma soprattutto ci piaceva l’immagine di questo blog che, come appunto uno specchio, riflette la realtà, riflette SULLA realtà traendo delle conclusioni che, speriamo, siano valide ed utili per noi e per tutti coloro che decideranno di visitare questo blog. D’altronde qual è l’utilità di uno specchio? Vedere, vedersi per rendersi conto di quello che non va, per aggiustarsi, per migliorarsi … ecco, speriamo che questo blog possa “riflettere” il mondo in cui viviamo per meglio capire cosa c’è che non va e , soprattutto, possa FAR riflettere!!! L’interesse, però, non sarà rivolo solo alla politica, ma anche alla musica, alla satira e ad altri “campi” che non vogliamo rivelare per non rovinarvi la “sorpresa”. E allora, buona lettura (e non solo) su “Lo Specchio“!

Pubblicità