VOTA IL BLOG

Silvio Berlusconi è un cartone animato in Russia

Chi pensi possa battere Berlusconi nel 2013?

View Results

Loading ... Loading ...
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Riceverai gli aggiornamenti del blog direttamente nella tua casella di posta!

Clicca QUI

Tag
Link

di Carmine Gazzanni

“In principio era il caos”. Il Pd smentisce: non solo in principio, ma anche dopo, e dopo ancora, e dopo ancora. O, se volete: in principio era il caos, ma noi decidiamo quanto deve durare questo “principio” e, per noi, siamo ancora in pienissimo principio, ai primordi. Solo così si potrebbe spiegare la babele pidina, il caos bersaniano, l’habitat d’alemiano, che sta sfoggiando le sue migliori abilità-incapacità nei preparativi alle elezioni regionali. Si andrà a votare, infatti, in tredici regioni e, secondo alcuni sondaggi, il centrosinistra avrebbe gioco facile solo nelle tradizionali regioni rosse Toscana, Emilia e Umbria; altre regioni invece andranno quasi certamente al Pdl (vedi Veneto e Lombardia), in altre c’è un leggero vantaggio ora di una ora dell’altra coalizione.

Ma soffermiamoci un attimino su tre regioni quali Campania, Lazio e Puglia, regioni in mano, attualmente,  a un governo di centrosinistra e che escono disastrate da tale legislatura: Marrazzo con lo scandalo “trans”; Vendola, Presidente di una giunta dove alcuni membri sono stati indagati per finanziamenti illeciti per gli appalti sulla sanità; Bassolino anche lui, per non essere da meno, indagato in un processo con altri 26 imputati sulle anomalie nel trattamento dei rifiuti solidi urbani, l’alterazione del CDR, combustibile da rifiuti, nel quale secondo l’accusa ci finiva dentro di tutto.

Il caos, dunque. Si potrebbe ipotizzare: ora il Pd, per dimostrare che tali scandali non hanno nulla a che fare con il partito, che sono piccole parentesi da chiudere al più presto, interverrà in maniera forte e decisa proponendo altri candidati, altre idee, altre coalizioni o liste. E no. E’ qui che casca l’asino. Il Pd, contro ogni possibile immaginazione, ha giocato un’altra carta: il caos. Pierluigi Bersani, il nostro Brooke tutto italiano, sta mettendo su questa nuova soap, degna delle più arzigogolate e illogiche, dal titolo: “Pidi-utiful”. E ogni tanto, poi, per rassicurare gli animi di qualcuno che potrebbe preoccuparsi accorgendosi del caos e fare domande svegliandosi così da un sonno profondo, il buon Bersani afferma: “State tranquilli, sto lavorando per portare la coalizione alla vittoria” (frase standard del politichese atta a prendere altro tempo!).

E mentre tutti dormono dinanzi al caos pidino, nel Lazio la candidata pdl Renata Polverini acquista consensi trascinando dalla sua parte anche quella bandiera dell’Udc che va dove vanno i voti (Gaber cantava: “Il conformista, è uno che si muove sempre dalla parte giusta il conformista ….”). E il Pd rimane immobile non facendo altro che smentire le voci di corridoio delle candidature: Sassoli, Marino, Melandri, e portare poi Zingaretti a ritirare la propria candidatura che pure, in un primo momento, era stata assicurata. In Campania, invece, pare più plausibile un accordicchio con l’Udc a patto che (condicio sine qua non anche per l’Idv) si scelga qualcuno lontano dall’entourage bassoliniano (si è pensato al “rivale storico” di Bassolino, Vincenzo De Luca. Peccato che anche lui ha due rinvii a giudizio sulle spalle).

E in Puglia? In Puglia è diverso, non c’è assoluto silenzio. Si è arrivati a un accordo definitivo? No, affatto. Si continua con questa guerra fratricida tra Vendola e Emiliano che non vede soluzione al momento perché sono state proposte le primarie da Vendola, accettate inaspettatamente dal sindaco di Bari, il quale, però, chiede particolari condizioni (una sorta di legge ad personam che annulli l’ineleggibilità dei sindaci), anche se ora pare che Emiliano molli perché non ha ricevuto dal Pd garanzie su tale condizione.

Insomma, la sceneggiatura è pronta, e anche i personaggi, e anche le riprese. Basta solo stare davanti alla televisione con una bel piatto di pop-corn e cercare di seguire (impresa ardua) le dinamiche di un partito che sembra essere condannato ad un’ennesima disfatta.

VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0 (from 0 votes)

3 Commenti a “PIDI-UTIFUL”

  • Anonimo scrive:

    Dottore, ho smesso di leggere quando mi sono imbattuto nel madornale errore del quinto rigo..

    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  • Carmine scrive:

    Ringrazio l’anonimo per aver segnalato l’errore madornale che ho fatto di cui mi scuso con tutti. Tuttavia, ci tengo a sottolineare che la forma non cambia il contenuto: se tale “anonimo” non ha voluto leggere per l’errore ha fatto bene; se non l’ha fatto perchè preferisce non leggere critiche più che legittime….beh, la situazione è un pò diversa!!! Mi scuso ancora con l’anonimo (che ringrazio ancora per aver segnalato l’errore) e con tutti!!!

    VN:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  • Anonimo scrive:

    Direttore, grazie mille per la revisione! Ora lo leggerò!

    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

De Magistris, Donadi e Tinti

Pino Maniaci e Giulio Cavalli

Arianna Ciccone

Perugia: tre ragazzi arrestati. Parla Leonardo.

Il Parco-Discarica delle Testuggini

La realtà “allo Specchio”

Abbiamo deciso di fondare questo blog per il forte interesse che nutriamo per la politica attuale, per le “magagne” attuali, insomma per tutto ciò che, ahimè, ci circonda. Anche il nome di questo blog è molto significativo: innanzitutto, richiama alla mente una massima di uno dei più grandi giornalisti italiani, Enzo Biagi, ma soprattutto ci piaceva l’immagine di questo blog che, come appunto uno specchio, riflette la realtà, riflette SULLA realtà traendo delle conclusioni che, speriamo, siano valide ed utili per noi e per tutti coloro che decideranno di visitare questo blog. D’altronde qual è l’utilità di uno specchio? Vedere, vedersi per rendersi conto di quello che non va, per aggiustarsi, per migliorarsi … ecco, speriamo che questo blog possa “riflettere” il mondo in cui viviamo per meglio capire cosa c’è che non va e , soprattutto, possa FAR riflettere!!! L’interesse, però, non sarà rivolo solo alla politica, ma anche alla musica, alla satira e ad altri “campi” che non vogliamo rivelare per non rovinarvi la “sorpresa”. E allora, buona lettura (e non solo) su “Lo Specchio“!

Pubblicità