VOTA IL BLOG

Silvio Berlusconi è un cartone animato in Russia

Chi pensi possa battere Berlusconi nel 2013?

View Results

Loading ... Loading ...
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Riceverai gli aggiornamenti del blog direttamente nella tua casella di posta!

Clicca QUI

Tag
Link

di Dada

Nel 1976 una cooperativa di sceneggiatori e registi porta avanti il progetto di un film: “Signore e signori, buonanotte”; si tratta di un film satirico ad episodi scritto e diretto in forma collettiva da Age, Leo Benvenuti, Luigi Comencini, Piero De Bernardi, Nanni Loy, Ruggero Maccari, Luigi Magni, Mario Monicelli, Ugo Pirro, Furio Scarpelli e Ettore Scola… i più grandi registi e sceneggiatori dell’epoca e della storia Italiana! Inoltre vedeva impegnati attori del calibro di Marcello Mastroianni, Paolo Villaggio, Vittorio Gassman, Adolfo Celi, Ugo Tognazzi, Nino Manfredi e molti altri! Si tratta della parodia di un’immaginaria giornata televisiva, con spot, inchieste giornalistiche, sceneggiati, tv dei ragazzi e un telegiornale, il Tg3 (che all’epoca ancora non esisteva), a fare da filo conduttore. Vi ho proposto questa parte del film perché a mio avviso sentire un ipotetico politico affermare: “Dimettermi? Mai, sarebbe una mossa sbagliata…io non mi dimetto per combattere la mia battaglia da una posizione di privilegio…”, è quantomeno “istruttivo”; dovremmo sentirci fortunati a vivere nei nostri giorni lontani da quelli descritti in questo film, si perché nel film si parla di un politico che rispetta la legge del più forte…noi ne abbiamo uno che la legge del più forte la scrive, la plasma su se stesso!!! “Io non mi dimetto per combattere la mia battaglia da una posizione di privilegio dal mio posto posso agevolmente controllare l’inchiesta, inquinare le prove, corrompere i testimoni…insomma fuorviare il corso della giustizia” (non è un film molto conosciuto, ma secondo me, più di qualche politico ha preso spunto per la propria carriera). Sentendo le parole di questo spezzone di film ho iniziato a pensare che le personalità che hanno lavorato alla sceneggiatura sembra abbiano previsto tutto: nel film si parla della questione di Napoli e della sua classe politica, della fuga dei capitali in Svizzera, di pensioni minime, della spettacolarizzazione televisiva delle disgrazie. Allora, preso da furore artistico, ho visto il film più volte (cosa che consiglio, anche perché è geniale) e ho pensato che forse non avevano previsto nulla: hanno parlato di problemi della loro Italia. Forse tra la loro Italia e la nostra non ci sono poi tante differenze, anzi rimangono gli stessi problemi! Poi ho visto i video sul “No Berlusconi day” presenti sul nostro blog e mi è venuta in mente almeno una differenza, ed è la cosa più inquietante di tutte: i migliori registi di oggi non lo concepirebbero mai un film così, anche perché definirlo satirico è dir poco, per me è fondamentalmente dissacrante, e la nostra generazione di attori non vi parteciperebbe mai. Insomma un film del genere oggi non lo farebbe nessuno!!! Poi c’è un’altra grande differenza: se anche lo facessero difficilmente arriverebbe nei cinema visto che la società che distribuisce la maggioranza dei film italiani, la Medusa, è di Berlusconi.

Come chiude il nostro video in esame e il collegamento giornalistico Marcello Mastroianni: “…Ma tu guarda che figlio de na mignotta…!!!”

Buona visione a tutti!


P.S. Non perdetevi il video che pubblicheremo domani: cosa potrebbero scrivere i nostri politici nella loro letterina a Babbo Natale….?

VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0 (from 0 votes)

3 Commenti a “…TRA FILM E REALTA’…”

  • Piero scrive:

    Corro a vederlo! Grazie Dada ;)

    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  • Nicola scrive:

    non sono un esperto di cinema ma l’ho visto, forse in seconda serata du rete4… e ho sempre pensato: “beh, e’ dire ad alta voce quello che un po’ tutti i politici pensano…”
    sto generalizzando?? Certo il nostro primo ministro e’ un caso tra drammatico e ridicolo, pero’ mi viene sempre il dubbio che oggigiorno tutti quelli che si dichiarano onesti e “puliti” lo possono fare solo perche’ non hanno potere e quindi non possono materialmente sporcarsi le mani, non hanno nulla da offrire insomma… ma quando poi si trovano sulla “poltrona”, il discorso cambia.. non e’ cosi?

    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  • Antonio scrive:

    Quoto Nicola.

    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.6_1107]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

De Magistris, Donadi e Tinti

Pino Maniaci e Giulio Cavalli

Arianna Ciccone

Perugia: tre ragazzi arrestati. Parla Leonardo.

Il Parco-Discarica delle Testuggini

La realtà “allo Specchio”

Abbiamo deciso di fondare questo blog per il forte interesse che nutriamo per la politica attuale, per le “magagne” attuali, insomma per tutto ciò che, ahimè, ci circonda. Anche il nome di questo blog è molto significativo: innanzitutto, richiama alla mente una massima di uno dei più grandi giornalisti italiani, Enzo Biagi, ma soprattutto ci piaceva l’immagine di questo blog che, come appunto uno specchio, riflette la realtà, riflette SULLA realtà traendo delle conclusioni che, speriamo, siano valide ed utili per noi e per tutti coloro che decideranno di visitare questo blog. D’altronde qual è l’utilità di uno specchio? Vedere, vedersi per rendersi conto di quello che non va, per aggiustarsi, per migliorarsi … ecco, speriamo che questo blog possa “riflettere” il mondo in cui viviamo per meglio capire cosa c’è che non va e , soprattutto, possa FAR riflettere!!! L’interesse, però, non sarà rivolo solo alla politica, ma anche alla musica, alla satira e ad altri “campi” che non vogliamo rivelare per non rovinarvi la “sorpresa”. E allora, buona lettura (e non solo) su “Lo Specchio“!

Pubblicità