VOTA IL BLOG

Silvio Berlusconi è un cartone animato in Russia

Chi pensi possa battere Berlusconi nel 2013?

View Results

Loading ... Loading ...
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Riceverai gli aggiornamenti del blog direttamente nella tua casella di posta!

Clicca QUI

Tag
Link

di Dada

Certamente!” Con questa semplice affermazione nei primi anni ‘90 fa la sua comparsa sugli schermi italiani Giuseppe Paviglianiti, il cosiddetto “Buddha di Palermo”, naturalmente per la sua imponente stazza. Divenne uno dei protagonisti principali degli sketch televisivi di Cinico TV, in cui interpretava un personaggio rozzo e affetto da meteorismo. Il programma consisteva in interviste a personaggi alienati, folli e squallidi sullo sfondo di una Sicilia desolata. I soggetti sono tutti rigorosamente di sesso maschile (non c’è posto per la femminilità nello squallore e nella desolazione assoluti). Paviglianiti, Cinico TV e film come “Lo zio di Brooklin” o “Totò che visse due volte” sono l’emblema delle idee di due innovatori, Ciprì e Maresco, uomini che conoscono a pieno il mezzo televisivo e cinematografico, essendo registi, autori, montatori e direttori della fotografia, nonché (magari nel tempo libero) musicisti; con un solo obbiettivo: opporsi al trash che imperversa nelle tv italiane. In effetti non vi nascondo che l’idea per questo articolo, mi è nata guardando (fugacemente) programmi televisivi propinatici nella quotidianità: un gruppo di persone in una casa, alcuni forse su un’isola, qualcuno è seduto su un trono…fondamentalmente nessuno è a lavorare! La cosa che colpisce di questi singoli programmi è la luminosità, il volerci mostrare una realtà tutta paiette e lustrini, in effetti è la cosiddetta “tv d’evasione”. Completamente diversa l’idea di Ciprì e Maresco. Il loro è un cinema che mostra la bassezza, l’imperfezione, la miseria, l’incompletezza dell’uomo e il suo degrado, quasi a voler costituire una nuova estetica del brutto, che come una fenice rinasce dalle ceneri di una civiltà arsa. In un ambiente contornato di ruderi, di macerie di resti industriali o urbani, si muovono dei resti che invece sono umani. Immagini mastodontiche, inquadrature monumentali che si stampano nella memoria e nella mente e che si oppongono all’idea che abbiamo della televisione: tutto è usa e getta…tutto va visto ma nulla va incamerato, se ne fruisce passivamente…anzi quello che ci viene offerto sempre più è un mondo in cui tutto è usa e getta: politica, sesso, sentimenti, arte…
Concludo così il mio pseudo-omaggio a Paviglianiti, Ciprì e Maresco, rappresentanti di un cinema simbolico, ermetico, ma vero…che magari può festeggiare Natale anche se non si va alle Bahamas, sul Nilo, a Beverly Hills…(scusate ma la tirata finale contro i cine-panettoni ci stava tutta!!!)

Ciprì e Maresco:
A volte ci dicono siete troppo pessimisti. Beh, guardiamoci attorno. Oggi solo un imbecille può dichiararsi ottimista” 

Buona visione a tutti!

VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.6_1107]
Rating: 0 (from 0 votes)

Un Commento a “…CERTAMENTE…”

Lascia un Commento

De Magistris, Donadi e Tinti

Pino Maniaci e Giulio Cavalli

Arianna Ciccone

Perugia: tre ragazzi arrestati. Parla Leonardo.

Il Parco-Discarica delle Testuggini

La realtà “allo Specchio”

Abbiamo deciso di fondare questo blog per il forte interesse che nutriamo per la politica attuale, per le “magagne” attuali, insomma per tutto ciò che, ahimè, ci circonda. Anche il nome di questo blog è molto significativo: innanzitutto, richiama alla mente una massima di uno dei più grandi giornalisti italiani, Enzo Biagi, ma soprattutto ci piaceva l’immagine di questo blog che, come appunto uno specchio, riflette la realtà, riflette SULLA realtà traendo delle conclusioni che, speriamo, siano valide ed utili per noi e per tutti coloro che decideranno di visitare questo blog. D’altronde qual è l’utilità di uno specchio? Vedere, vedersi per rendersi conto di quello che non va, per aggiustarsi, per migliorarsi … ecco, speriamo che questo blog possa “riflettere” il mondo in cui viviamo per meglio capire cosa c’è che non va e , soprattutto, possa FAR riflettere!!! L’interesse, però, non sarà rivolo solo alla politica, ma anche alla musica, alla satira e ad altri “campi” che non vogliamo rivelare per non rovinarvi la “sorpresa”. E allora, buona lettura (e non solo) su “Lo Specchio“!

Pubblicità